Estate che arriva moda che nasce. La parola “sport”, utilizzata per unificare molteplici significati e assonanze, racchiude al suo interno tutte le discipline che nascono da un luogo, una cultura o per strada, dove comunemente nascono le passioni più belle e continuano tutt’oggi ad essere praticate in molteplici varianti.

L’estate alle porte fa nascere in noi il desiderio di muoverci sfruttando le belle giornate all’aria aperta nelle numerose spiagge. Beach volley, beach soccer, beach tennis, kitesurf e surf sono solo alcune delle discipline sportive che possono essere praticate tra amici.

Immaginate, però, di poter collegare più discipline sportive da spiaggia, l’aerobica, le danze caraibiche e un giusto mix di divertimento a ritmo di musica il tutto racchiuso nella pratica di un unico sport.

La prima cosa a cui si pensa è il Brasile, paese ideale dove trovare il giusto mix tra movimento e divertimento. In realtà è molto più semplice e tutto ciò viene associato ad un’unica disciplina sportiva: il Bossaball.

Nata in Spagna, inventata da un Belga e sviluppata da un Olandese. L’ideatore si chiama Filip Eyckmans, ed è stata implementata con l’aiuto di Wilco Nijland, ex giocatore di pallavolo della Serie A Olandese.

“Il giusto mix tra Aerobica, Divertimento, Fitness e Beach volley”Si gioca su materassoni gonfiabili  quadrati con al centro un trampolino elastico. Le squadre sono composte da tre, quattro o cinque giocatori. Si hanno a disposizione otto tocchi, ma secondo il sito ufficiale sarebbero 6 per squadra e ogni giocatore può effettuare un tocco di mano alla volta e/o fino a due con i piedi.

Se la palla viene fatta cadere sul materasso avversario, all’interno del rettangolo di gioco, viene assegnato un punto, mentre, se la palla cade all’interno del trampolino centrale del campo dei rivali i punti sono tre.

Benchè in Italia sia ancora poco conosciuto, i tornei sparsi nel mondo sono molteplici. Olanda,  Romania, Kuwait, Francia, Arabia Saudita e Repubblica Ceca, sono solo alcuni dei Paesi dove il Bossaball è praticato con regolarità e i tornei non mancano.

La domanda è: il Bossaball Park può essere un’idea originale e adatta al nostro Paese?

Nestle_10Image credit by: bossaballsports.com – esempio di Bossaball Park brandizzato Nestlè

“Un’opportunità da sfruttare, per divertire e far divertire giovani e a adulti in un unico ring gonfiabile”Sicuramente si. Sarebbe innovativa e sicuramente entusiasmante l’idea che nel nostro Paese si investisse in questa bellissima disciplina che saprebbe unire giovani e adulti di entrambi i sessi.

Immaginate di collocare questa struttura gonfiabile nei parchi, nelle spiagge libere, durante un evento promozionale, durante un festival (e in Italia d’estate ce ne sono veramente molti!).

Le partite si svolgono a ritmo di musica con un dj che, cosa ambigua, rappresenta anche l’arbitro dell’incontro. La libertà di movimento e le hit musicali dell’estate, permetterebbero non solo di creare interesse verso la disciplina sportiva in sé, ma aumenterebbero sicuramente anche le potenzialità del luogo dove questa struttura verrebbe collocata.

 

 

Image credit by: bossaballsports.com