Quando la F50 fece il suo esordio agli europei del 2004 in Portogallo Lionel Messi entrò a far parte della prima squadra del Barcellona. Un segno del destino forse, che ha legato uno dei calciatori più forti di tutti i tempi ad una delle migliori scarpe in circolazione.

Scarpa che vince non si cambia… ma si colora in un altro modo. L’adidas ha deciso festeggiare le 371 reti segnate da Lionel Messi, il suo calciatore più rappresentativo, con una serie limitata delle F50 (storico scarpino indossato dal talento argentino) prodotte appunto in 371 esemplari.

Se volete fare una follia per dichiarare il vostro amore eterno al calcio (ed avete qualche soldino da parte) questo è il momento buono per farla: ogni scarpino infatti avrà una numerazione seriale da #001 a #371 quindi è di fatto un pezzo unico.

Esteticamente parlando la “Messi 371” (che sforzo di fantasia ha prodotto l’ufficio marketing dell’adidas nel caso in questione eh?) ha la tomaia con colorazioni differenti per la scarpa destra e sinistra, rispettivamente blu e rossa. Le statistiche dei goal realizzati insieme al nome del figlio sono impresse nella zona posteriore della fodera (la parte centrale della scarpa, quella che gli inglesi chiamano “quarter”) mentre nel tallone è disegnato l’ormai celebre marchio con la “M” di Messi su cui l’adidas ha fondato una community.

La suola è di una colorazione perlacea molto accattivante. Non avendo sample a disposizione possiamo ipotizzare si tratti di pebax (come le “normali” F50) trattato con della vernice speciale, anche perché la tacchettatura è la classica Traxion 2.0 (una delle migliori in circolazione, con un’aderenza al suolo quasi ai livelli di una soft ground e forse il vero punto di forza in termini di prestazione per questa scarpa adidas). « Il pallone gli resta incollato al piede; ho visto grandi giocatori nella mia vita, ma nessuno con un controllo di palla come quello di Messi. » cit. D. A. Maradona

La buona notizia (per chi se le può permettere) è che sono in vendita, insieme ad un packaging esclusivo (di cui non abbiamo foto) e ad un libretto commemorativo con tutti record disintegrati dal talento argentino, come le 85 reti di Gerd Muller in una sola stagione, i quattro palloni d’oro e le Champion conquistate, di cui una a Roma sotto i nostri occhi… chissà se quel giorno qualcuno dell’adidas gli avrà augurato “ad maiora”…

 

 

Image credit by: Adidas