“Scarpa da calcio non si cambia” dovrebbe essere il proverbio preferito dai calciatori: solitamente infatti prima che lo scarpino prenda la forma del piede del calciatore e risulti performante al 100% occorre che la scarpa da calcio venga utilizzata più e più volte, in modo da ammorbidirne la tomaia. Qualcuno ricorderà Totti agli europei del 2004 quando scagliò via le Total90 nuove di zecca per via della loro scomodità.

L’abito non fa il monaco ma in parte la scarpa fa il calciatore. Se è vero che nel mondo del calcio lo strumento principale non si possa di certo paragonare a quelli, ad esempio, del tennis per influenza delle prestazioni, è altrettanto vero che negli ultimi anni l’evoluzione degli scarpini da calcio e calcetto ha portato notevoli progressi e, talvolta, qualche piccolo intoppo.

Ecco allora che due recenti goleador nonché recordman come Messi e Di Natale calzeranno nelle prossime partite delle scarpe nuove, per celebrare i loro trionfi. Con la scomodità di avere nuove scarpe ai piedi, ma in fondo chi non vorrebbe avere di questi problemi?

Lionel Messi, per l’ennesima volta, sarà costretto a cambiare la sua F50 con una nuova che celebra un nuovo record, anzi in questo caso il suo paese di origine, Rosario in Argentina. La Mirosar10 ha il nome che deriva da mi (mio in spagnolo) ed il gioco di parole tra Rosario e 10 ossia il numero di maglia di Messi. Cambia la colorazione ma le caratteristiche tecnologiche sono sempre quelle quindi una bella spulciata ai vecchi articoli di Sportfarm vi restituirà tutte le informazioni necessarie su questa scarpa che di recente è stata indossata anche da Ibrahimovic. Nonostante i ripetuti cambi di scarpa Messi ha sempre continuato a macinare goal su goal ed a battere record: ultimo in ordine cronologico quello di reti realizzate in Champions League. Una macchina da guerra.

Altro uomo, altri record. Altra scarpa. Totò Di Natale oggi contro il Milan indosserà una versione speciale della GEL-Lethal Tigreor 7 dell’Asics per celebrare i suoi 200 goal in serie A. Fino a questo momento l’attaccante dell’Udinese aveva segnato con la Lethal Tigreor 6, oggi cambierà di nuovo. Di Natale a rischio quindi? Dall’Asics rispondono che nella nuova scarpa sono presenti alcune tecnologie come un’intersuola che permette una maggiore stabilizzazione in fase di corsa e riduce gli infortuni.

Insomma se sei un campione puoi pure segnare in infradito, tutti gli altri farebbero bene a scegliere attentamente la loro scarpa da calcio!

 

Image credit by: Asics.it / adidas.it